1. quattro livelli di contrabbasso / basso elettrico: Basso I, II, III, IV.

 

 

 

 

 

  Enfasi: Musica d’uso. Sedici lezioni per livello. L’allievo riceverà materiale scritto per ogni lezione. Quanto sopra sarà coadiuvato da numerosi articoli, trascrizioni, fotocopie e spartiti da spettacoli e letteratura contemporanea. Ogni lezione sarà articolata in quattro parti:

 

 

 

 

 

 

 

 a. Tecnica

 

 

 

 

 

 

 

 b. Lettura

 

 

 

 

 

 

 

 c. Stili applicati – (A seconda della propensione dell' allievo)

 

 

 

 

 

 

d. Improvvisazione

 

 

 

 

 

 

  Più in dettaglio riguardo al punto C:

 

 

 

 

 

 

 

  Jazz Bass: Enfasi: Studio dello stile – Studio delle tecniche di accompagnamento e di improvvisazione: Lettura, analisi, preparazione ed interpretazione di

 

 

 

 

 

 

 

  trascrizioni di grandi contrabbassisti: Paul Chambers, Percy Heath, Eddie Gomez, Scott LaFaro, ecc...

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pop-Rock Bass: Enfasi: Studio dello stile – lettura, analisi, preparazione ed interpretazione di

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

trascrizioni di bassisti Rock e Blues: John Entwhistle, Lee Sklar, Sting , Flea,

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Paul McCartney, ecc...

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Funk Bass: Enfasi: Studio dello stile – lettura, analisi, preparazione ed interpretazione di

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

trascrizioni di bassisti Funk: Verdine White, Paul Jackson, Rocco Prestia,

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Bootsy Collins, Larry Graham, ecc...

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Broadway Shows: Enfasi: lettura preparata e a prima vista, risoluzione di problemi legati agli

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

shows – Cambi di tempo, gestione delle modulazioni improvvise,

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

interpretazione delle sezioni rubato, imparare a seguire un direttore, il

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

concetto di “Roadmap”,ecc...

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

2. Tre livelli di teoria musicale-educazione dell’orecchio: ET I, II, III, (Questo corso è

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

disponibile ed è stato testato con risultati eccellenti in versione per cantanti)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Enfasi: Musica d’uso. Sedici lezioni per livello. L’allievo riceverà materiale scritto per ogni

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

lezione. Quanto sopra sarà coadiuvato da numerosi articoli, fotocopie ed

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

esempi di pratiche in uso. Ogni corso si articolerà in quattro argomenti:

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

a. Solfeggio parlato-cantato tradizionale

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

b. (Accenni di) Solfeggio parlato-cantato internazionale (“DO” mobile)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

c. Ear training.

 

 

 

 

 

 

d. Teoria ed accenni di armonia funzionale

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

3. Quattro livelli di teoria e armonia funzionale - Armonia I, II, III,IV

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Enfasi: Musica d’uso. Sedici lezioni per livello. L’allievo riceverà materiale scritto per ogni

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

lezione. Quanto sopra sarà coadiuvato da numerosi articoli, fotocopie ed

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

esempi di pratiche in uso. Il metodo adottato è quello del college Berklee,

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

che ho avuto la fortuna di studiare a Boston Con Steve Rochinski e che ho

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

tradotto in Italiano.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

4. Quattro livelli di improvvisazione applicata – Improvvisazione I, II, III,IV

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Enfasi: Musica d’uso. Sedici lezioni per livello. L’allievo riceverà materiale scritto per ogni

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

lezione. Quanto sopra sarà coadiuvato da numerosi articoli, fotocopie ed

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

esempi di pratiche in uso. Il metodo adottato è quello del college Berklee,

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

che ho avuto la fortuna di studiare a Boston Con vari docenti e che ho

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

tradotto in Italiano.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

4b: Teoria, ear training in CLOUD: Auralia/Musition è una suite di software di didattica musicale adottato attualmente dalle maggiori istituzioni musicali nel mondo, come il Berklee college of music di Boston e il Trinity college di Londra, sia per la musica classico-accademica che per il jazz e la musica moderna in genere. Comprende educazione dell’orecchio, ritmica, dettati, trascrizione, riconoscimento repertorio e teoria musicale, per un totale di 34 argomenti. Il programma è completamente personalizzabile ed ha un potente programma gestionale che permette all’insegnante/amministratore di formare classi e livelli con i loro relativi esami online. Il numero minimo per formare una classe cloud è di 10 allievi.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

[08:52, 6/7/2018] Marco Andreoni: La versione italiana è attualmente in corso di traduzione, e sarà disponibile in autunno.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

5. Quattro livelli di musica d’insieme. (Questo corso, ovviamente con l'aiuto di

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

strumentisti, è disponibile ed è stato testato con risultati eccellenti in versione per

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

cantanti)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Questo corso verrà preparato a seconda del livello, gusti e disposizione dei singoli gruppi. Il mio

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

scopo è comunque di indirizzare gli allievi verso un modo di suonare semplice, dinamico e

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

disciplinato. Il materiale a mia disposizione (più di 400 arrangiamenti) mi permette di muovermi

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

agevolmente da situazioni di duo-trio a situazioni più complesse quali piccole orchestre con sezione

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

ritmica e sei strumenti a fiato(Sax Baritono-Teno-Alto-Trombone-Tromba1-Tromba2)oppure Big

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Band ( 5 sax, 4 tromboni, 4 trombe e sez. ritmica).Tutti gli arrangiamenti sono accuratamente

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

notati e sono applicabili a situazioni vocali.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

4b. Groove class per sezione ritmica

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lavoro specifico su ostinati (Grooves):

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Sviluppo di un equilibrio fra creatività e supporto. (Contrasto contro omogeneità)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Coscienza del ruolo ritmico.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Con la grancassa o contro la grancassa?

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Con il solista o contro il solista?

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Astratto di una lezione: L'allievo dovrà memorizzare in pochi minuti un groove più o meno

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

semplice. L'insegnante spiegherà concetti ed esercizi da applicare in tempo reale alla situazione

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

musicale. Il groove verrà in seguito applicato a differenti armonie e sviluppato nelle sue diverse

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

possibilità ritmiche.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

5. Informatica musicale e video-scrittura

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Enfasi: Notazione e video –scrittura. Il mio scopo è quello di offrire un corso sostitutivo ai corsi di

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

notazione tradizionale, NON la creazione di file midi o audio. Più in particolare, studieremo i due

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

programmi di notazione più diffusi, FINALE e SIBELIUS, tenendo la comodità del lettore come

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

primo obiettivo.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

6. Storia della musica con cenni di analisi delle forme dal canto gregoriano al '900.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

6b. Storia della musica afro-americana dai “field hollers” a Ornette Coleman.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

6c. Storia del Rock da chuck Berry ai Dream Theater.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

7. Rhythm training I e II(Questo corso è disponibile ed è stato testato con risultati eccellenti in

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

versione per cantanti)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Enfasi: costruzione di una percezione“operativa” della suddivisione musicale. Lo scopo è di

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

formare un musicista che sappia “contare”. A questo scopo: letture ritmiche tratte dalla letteratura

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

didattica per percussioni e batteria, leggere scrivendo (ovvero arrivare alla lettura tramite la

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

scomposizione numerica della suddivisione secondo il metodo Berklee), dettati ritmici, studio

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

approfondito di polimetrie secondo il concetto tradizionale indiano.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

ATTENZIONE: QUESTO CORSO, se fatto con piccoli strumenti a percussione SI TRADUCE IN UN BUON MINUTAGGIO DI PERFORMANCE SAGGIO/CONCERTO FINALE.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

8. Preparazione all'esame di ammissione ai trienni Jazz (Questo corso è

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

disponibile ed è stato testato con risultati eccellenti in versione per cantanti)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ogni lezione sarà divisa in tre parti:

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

A – educazione dell'orecchio.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

1. Coscienza ritmica: letture e dettati ritmici con il metodo anglo-sassone. Tutto a metronomo,

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

a suddivisione costante.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

2. Coscienza melodica: cantati e dettati melodici con il metodo Ward. “Do” mobile.

 

3. Coscienza armonica: analisi/presentazione auditiva e dettati accordali, sempre metodo  Ward.  

 

4. Solfeggio parlato... “alla vecchia” :-)   

 

B – Armonia funzionale.  

1. Applicazione sistematica del metodo Berklee. (Materiale in uso tradotto da me)

  2. Dimostrazioni ed esercizi in classe.

 

  3. Applicazioni di quanto sopra all'improvvisazione.

 

 

  C – Ascolti

  Ascolto di brani dal repertorio jazzistico “obbligatorio”, loro analisi alla luce dei punti A e B, ed assegnazione di esercizi basati su tali brani.

 

9. Preparazione specifica all'esame di solfeggio dei conservatori (Vecchio ordinamento, o preparazione pre-accademica nuovo ordinamento).

 

10. Arrangiamento e composizione jazz.

 

 

   Metodo Berklee.  

11. Guida all'ascolto   

Lezioni di propedeutica musicale pensato soprattutto per adulti (Chiacchierata con i genitori?). Enfasi sull'ascolto di stili diversi: una serie di piccoli corsi monografici in nessun ordine particolare. Un corso per tutti, soprattutto per non-musicisti, ma non necessariamente...

    

 

 

12. Chitarra di base.

 Corso preparatorio per chitarristi principianti: impostazione, primi accordi, ritmica e accenni sulle scale ed elementi melodici di base. Idealmente, un primo approccio per poi passare gli allievi a insegnanti più specializzati. A seconda dell'allievo, accenni di teoria, solfeggio, concatenazione accordi CAGED.

 

 

 

13. Ukulele

 

È uno strumento semplice e divertente. Ideale per far festa in spiaggia e musica in famiglia. Lo si può trovare a meno di 30 €. Richiede un quoziente minimo di applicazione. Per tutte le età.

 

   

 

14. Songwriting 

 

 

 

 Analisi della forma: studio delle sezioni che compongono una song.

 

. Introduzione

 

. strofa

 

. pre-chorus

 

. chorus

 

. bridge

 

. ponti modulanti

 

. cenni di armonia funzionale: studio del linguaggio armonico relativo agli stili.

 

. armonizzazione delle scale e gradi armonici

 

. accordi “in prestito” da altre tonalità e modal interchange

 

. sostituzioni diatoniche e cromatiche

 

. uso comune e creativo di clicheés armonici

 

. sequenza e progressione

 

. tonalità e modalità

 

. Manipolazione melodica:

 

 - Sviluppo di motivi (ripetizione, sequenze, diminuzione, aumentazione)

 

 - Disegni ripetuti opposto a flusso di coscienza

 

 - Uso di scale naturali e sintetiche

 

 - Forme pentatoniche pure e derivative

 

. Analisi testuale

 

. ritmi e ricorrenze sillabiche (duine, quartine, giambi, endecasillabi, ecc.)

 

. raccontare una storia

 

. principi di fonetica

 

. colori semantici

 

. connessione fra testo e colore degli accordi

 

. Analisi di brani famosi nella musica classica, jazz, rock e musica

 

 

 

 

 

16. Masterclass: Il processo di apprendimento in ambito musicale

 

 

 

 

Faccio chiarezza: Cosa voglio apprendere e perché?

 

Se non ho le idee chiare su cosa MI serve non riuscirò mai a

 

impararlo.

 

Lʼapprendimento in musica: rapporto fra i tre (o più) aspetti della

 

materia (cognitivo, auditivo, fisico).

 

Legame emozionale e motivazione: se quel che studio non mi

 

piace, non mi rimarr. niente. Anche - concetto del “Do Ut Des” -

 

dare_per_ricevere NON funziona nellʼapprendimento.

 

I vari tipi di memoria: STM, LTM, MM, EM (Memoria a breve

 

termine, a lungo termine, memoria muscolare, memoria

 

emozionale) e tecniche per innescarle.

 

Il concetto della “salita e dellʼaltopiano”: sapere cosa mi aspetta.

 

Il concetto del “bastone fra le ruote”: mettersi ostacoli creativi

 

per sviluppare elasticit. e creativit..

 

Pause ritmiche e frequenti: essere coscienti che la nostra finestra

 

di attenzione . limitata, ed abbiamo bisogno di pause per

 

“digerire” il materiale che stiamo ingerendo

 

 

 

home
Il sito di Marco Andreoni